Ciao

Il Blog del Giardino di Arianna ha cambiato casa!

Lo trovate all'indirizzo www.giardinodiarianna.com/blog

I post contenuti in questo spazio verranno progressivamente migrati nel nuovo sito.

Se il post che cercate è già stato migrato sarete reindirizzati in pochi secondi.

martedì 16 luglio 2013

Ascelle in fiamme!

Sabato scorso ad un nostro amico è successa una cosa decisamente sgradevole, ma che purtroppo è facile che capiti in estate, e siccome seguendo i nostri consigli ha risolto il problema rapidamente, volevamo condividerli anche con voi.
Il nostro amico è andato al mare, ha fatto il bagno con l'acqua salata e poi si e messo a giocare nella sabbia con la figlia e ha sudato molto per colpa della forte umidità che c'era.
Rientrato a casa dalla spiaggia ha dovuto fronteggiare una piccola emergenza così non si è potuto fare la doccia per diverse ore, finchè non ha cominciato a sentire un forte bruciore sotto le ascelle a causa di un brutto rush cutaneo, e così ha subito chiesto consiglio a noi.

Il nostro suggerimento, che condividiamo anche con voi, è stato quello di:
- lavare accuratamente la pelle con un detergente molto delicato (come ad esempio il bagnodoccia all'avena di Bjobj o il detergente delicato di Biofficina Toscana) quindi risciacquare abbondantemente.
- Per lenire il senso di prurito fare degli impacchi di acqua e amido di riso. Gli impacchi possono essere ripetuti anche più volte ma è di fondamentale importanza non grattarsi

- Non utilizzare i deodoranti per almeno 12 ore (anche quelli bio, potrebbero comunque peggiorare l'irritazione o casuare sensibilizzazioni) per dar modo alla pelle di riequilibrarsi naturalmente. Per tenere sotto controllo i cattivi odori è preferibile lavarsi più spesso, sempre con un detergente delicato.

- indossare una t-shirt larga o una canottiera che permetta alla pelle di respirare. Possibilmente scegliere indumenti in fibra naturale (cotone/canapa) e non colorati (i coloranti potrebbero essere causa di irritazione)

- Passate le 12 ore il rush cutaneo dovrebbe essersi ridotto notevolmente. a questo punto suggeriamo di applicare, dopo il lavaggio, un leggero strato di pasta all'ossido di zinco (esatto! quella che si usa per il culetto dei bambini!) che funzionerà sia da sfiammante che da antiodorante!
Il suo potere antiodorante sarà comunque limitato, per cui è bene lavarsi più spesso del solito e riapplicare la crema.

NOTA: A volte, quando si è fuori casa per lunghi periodi, si ricorre all'utilizzo di salviette umidificate per detergere l'acella. Nel caso di Rash cutanei o pelle sensibilizzata è sempre preferibile evitarlo, o per lo meno, sciacquari abbondatemente dopo l'uso.

- Dopo qualche giorno il problema dovrebbe essere completamente scomparso (in caso contrario contattate subito un dermatologo!) ma è opportuno continuare ad utilizzare solo deodoranti ipoallergenici e molto delicati, evitando i deodoranti a base di Alcool e a base di Allumio Cloroidrato.

Vi lasciamo il link alle nostre recensioni sui deodoranti:
Deodorante al basilico Bioleaves
Deodoranti Deo Kristall Rollon di Sante Naturkosmetik e Deo Rollon Biofficina Toscana a confronto
Naturalmente Deolight di EOS


PS: le immagini sono state tratte da questo sito di cui condividiamo buona parte dei consigli ma non il suggerimento di utilizzare medicinali da banco (pomata fungicida e pomata a base di cortisone) senza una precisa prescrizione medica.