Ciao

Il Blog del Giardino di Arianna ha cambiato casa!

Lo trovate all'indirizzo www.giardinodiarianna.com/blog

I post contenuti in questo spazio verranno progressivamente migrati nel nuovo sito.

Se il post che cercate è già stato migrato sarete reindirizzati in pochi secondi.

giovedì 3 settembre 2015

#TestaConNoi: Invisibobble Fata Morgana

Nuovo post della quarta box di #TestaConNoi (per maggiori info segui il link collegato all'hastag) sulla cura dei capelli in estate. Oggi parliamo di una accessorio che a noi piace da impazzire: gli Invisibobble.
Abbiamo inserito nelle box una confezione con tre elastici nella colorazione Fata Morgana, una limited edition per l'estate 2015 che ci è sembrata al tempo stesso allegra e raffinata.
Siete curiosi di sapere cosa ne pensano le nostre blogger?

La review di Diletta

Un saluto a tutti! Altra recensione della box #testaconnoi: gli Invisibobble.
Gli invisibobble sono dei particolari “laccini” per capelli. Sono fatti a spirale, in plastica morbida (come si può notare dalla foto). Sono tanto particolari quanto speciali. Questi “laccini” per capelli, promettono di acconciare i capelli, es. la classica coda di cavallo o chignon, senza strappare i capelli e senza lasciare il “segno” che i comuni elastici per capelli lasciano. Fanno cio' che promettono, non strappano assolutamente i capelli. Utilizzo frequentemente questo prodotto quando ho necessita’ di legare/acconciare i capelli senza che mi rimanga l’antiestetico segno sui capelli.
Non li utilizzo quando devo uscire perche’ questo colore è molto evidente (un bell’azzurro), consiglio di acquistarli nella colorazione nera o piu’ simile possibile al colore naturale dei vostri capelli. Cosa che faccio sempre anche con i classici “laccini” per capelli. Li ho sfruttati molto, invece, questa estate e al mare. Visto che in questa stagione il colore non può mancare. Consiglio, quindi, questo prodotto e come ho appena detto consiglio di sceglierli in una colorazione che permetta di sostituirli a pieno con i classici elastici per capelli. Spero di esservi stata utile con questa recensione. Un abbraccio.

Diletta

Autrice del blog "L'eyeliner per andare in guerra", 22enne appassionata di bio dalla cura dei capelli, al make up, alla cura del corpo. Blog pieno di articoli, ricette e consigli tutti bio! Il bio: un mondo che non finisci mai di scoprire. Vi aspetto!

La review si Silvie

Avendo i capelli ricci ho sempre avuto poca simpatia nei confronti degli elastici.
Incuriosita dalla novità di questi “invisibobble” sponsorizzati per la loro struttura “salva capelli”(cioè non li strappano), ho provato ad usarli anche io. Si presentano come dei cerchietti molto piccoli ma estremamente morbidi e flessibili (si allargano parecchio).
Li ho testati in due modi.
Il primo è la semplice coda bassa con cui raccolgo i capelli di notte e sinceramente non ho riscontrato l’effetto che avrei voluto, cioè un accessorio che non mi lasciasse “il segno”: per quanto non sia marcato rispetto a quello degli elastici classici, comunque c’è stato.
Secondo me, hanno una circonferenza troppo piccola per evitarlo del tutto quando si hanno i capelli lunghi e fini.
Il secondo utilizzo è stata “la cipolla” cioè i capelli raccolti a chignon, come le pettinature delle ballerine di danza classica. Facendo un doppio giro con un invisibobble attorno alla “cipolla” devo dire che l’acconciatura rimane su senza tirare i capelli, senza creare mal di testa e senza crollare dopo poco tempo. Ho provato gli invisibobble in questo colore azzurrino chiaro in foto che non mi è molto piaciuto. E’ divertente il fatto che ci siano di tutti i colori, ma io preferisco il marrone trasparente classico dei fermagli che non credo sia in commercio per questa linea (ndr: esistono sia marrone che trasparente).
Ritengo che siano degli ottimi accessori soprattutto per creare delle acconciature, anche se con i ricci non si ha molto modo di sbizzarrirsi in tal senso, forse l’azienda dovrebbe indicarne qualcuna in un piccolo manuale di istruzioni a parte.

Silvie Bertrand 

Da diversi anni oramai mi interesso di cura della pelle e ho preso maggiore consapevolezza di cosa c’è nei cosmetici, prediligendo quelli interamente naturali. Esidaruc, letto al contrario, vuol dire "cura di sé": è questo il nome di un blog che ho cominciato senza alcuna pretesa, solo per condividere la mia esperienza. La cura di sé è un percorso tutto da scoprire, del tutto personale e soggettivo, è un apprendimento continuo che mi incuriosisce e appassiona.