Ciao

Il Blog del Giardino di Arianna ha cambiato casa!

Lo trovate all'indirizzo www.giardinodiarianna.com/blog

I post contenuti in questo spazio verranno progressivamente migrati nel nuovo sito.

Se il post che cercate è già stato migrato sarete reindirizzati in pochi secondi.

mercoledì 4 luglio 2012

Naturale, Biologico, Tradizionale..qual'è la differenza?

un'immagine del sito glamour.de
Sulla pagina Facebook di Natrue, l'ente certificatore europeo per la cosmesi eco-biologica e consapevole a cui aderiscono diversi brand tra cui anche Sante Naturkosmetik, abbiamo trovato un link ad un articolo apparso sul sito tedesco GLAMOUR.de con i miti da sfatare su cosmesi naturale, ecobio e tradizionale (QUI il link per chi conosce il tedesco o vuole avventurarsi con google translator).
Ispirandoci a questo abbiamo pensato di scrivere anche noi un breve vademecum per gli eco-bio scettici, una sorta di FAQ per chi si avvicina alla cosmesi eco-bio.



Cosmetici Naturali o Eco-Biologici sono la stessa cosa?

No! o meglio, non esattamente!
Purtroppo non esiste una norma che identifichi chiaramente cos'è un cosmetico tradizionale, naturale o eco-bio, però diciamo che ci sono delle linee guida a cui ci si può attenere.
Con la definizione di Cosmetico eco-bio intendiamo un cosmetico che rispetta le linee guida dei principali enti certificatori per la cosmesi eco-biologica (AIAB, ICEA, BIDH, EcoCert, Natrue...) ovvero preveda solo ingredienti di origine vegetale, senza petrolati, PEG, SLS, SLES, siliconi, glycoli, conservanti sintetici, che gli ingredienti siamo preferibilmente di origine biologica e che abbiamo un impatto ambientale il più basso possibile.
Con la definizione di Cosmetico Naturale intendiamo un cosmetico che abbia le sostanze funzionali principali di origine naturale (estratti di piante, sali minerali, etc etc) ma che può contenere anche ingredienti di sintesi che ne ottimizzino le performance (o che rendano più semplice la loro formulazione). I cosmetici Helan, ad esempio, fanno parte di questa famiglia in quanto pur essendo a base di principi attivi vegetali utilizzano a volte ingredienti non previsti dai disciplinari della cosmesi eco-bio come il dimeticone (un silicone).
Tutti gli altri cosmetici vengono definiti Cosmetici tradizionali.
Attenzione alle fregature!
Non basta che un cosmetico abbia sull'etichetta un'enorme foglia di Aloe disegnata, o proclami di essere a base di questa o quella pianta per poter essere definito "naturale". Spesso la pianta viene inserita in formulazione in dosi assolutamente inefficaci solo per poter dare una parvenza di naturalità al prodotto che poi "funziona" solo grazie a siliconi, PEG e altre schifezze sintetiche!
Allo stesso modo non basta che la piantina sia "biologica" per poter definire il cosmetico eco-bio!
Una crema a base di Olio di Mandorle biologico, che contenga anche il dimeticone, non si potrà certo definire eco-bio!

Solo i cosmetici certificati si possono definire Eco-Bio?

No! Come detto prima non esiste una normativa che disciplini queste definizioni, così come non esiste un unico ente certificatore. Sicuramente la certificazione è una garanzia in più per chi acquista e un modo semplice per capire se il cosmetico è eco-biologico, ma esistono anche molti cosmetici eco-bio non certificati semplicemente perchè le certificazioni costano ed andrebbero ad incidere sul costo del cosmetico.
La Saponaria, ad esempio, produce ottimi cosmetici eco-bio e consapevoli da diversi anni, ma è certificata solo da poco, mentre Verdesativa non ha nessuna certificazione eco-biologica pur producendo cosmetici 100%eco-bio di altissima qualità.

è possibile utilizzare contemporaneamente cosmetici eco-bio e tradizionali?

Si e No. Spesso l'effetto estetico dei cosmetici "tradizionali" è dato da siliconi e petrolati che coprono e nascondono le imperfezioni, mentre i cosmetici eco-bio si basano su principi attivi che nutrono e "curano" la pelle e i capelli con sostanze sebosimili, così i siliconi e petrolati dei primi cosmetici potrebbero impedire o limitare l'assorbimento dei principi attivi dei secondi rendendoli apparentemente meno efficaci.
Se, però, decidiamo di convertirci ad una cosmesi eco-bio e consapevole è bene che teniamo sempre a mente il rispetto nei confronti del nostro pianeta e la riduzione degli sprechi per cui decidere di gettare tutti i vecchi prodotti tradizionali per usare solo prodotti eco-bio sarebbe quasi un controsenso!

I cosmetici Eco-Bio certificati sono anche Cruelty Free?

Non è detto. Gli standard per la cosmesi eco-biologica non lo richiedono, ma molte ditte per una questione di coerenza morale aderiscono anche allo standard internazionale "non testato sugli animali" (vedi lista VIVO, certificazione LAV-ICEA, Naturewatch,...).
Negli ultimi tempi molte multinazionali del cosmetico si sono lanciate nel mondo della cosmesi eco-biologica producendo linee certificate, ma scegliere questi prodotti sicuramente non contrasterà la sperimentazione animale!

I cosmetici Eco-Bio sono sicuri per chi ha la pelle sensibile?

Si e No. Essendo cosmetici abase di estratti vegetali ed oli essenziali è possibile che persone allergiche ad una determinata pianta ne risentano particolarmente, così come è vero che nessuno standard eco-bio richiede anche che i cosmetici siano Nichel Tested, ma diversi studi dimostrano anche come gli ingredienti di derivazione petrolchimica abbondantemente diffusi nei cosmetici tradizionali, i coloranti ed i conservati chimici possano portare a reazioni allergiche, o siano proprio la causa dell'aumento della sensibilità cutanea, inoltre spesso e volentieri i cosmetici eco-bio essendo a base di sostanze vegetali sebosimili sono ben tollerati anche da chi soffre di dermatiti e l'effetto lenitivo di molti estratti vegetali (come calendula, lavanda, malva, aloe,...) contribuisce a lenire arrossamenti ed infiammazioni causate da agenti esterni.
Per la nostra esperienza è molto più facile, per chi ha la pelle reattiva, avere reazioni indesiderate utilizzando cosmetici "tradizionali" piuttosto che cosmetici eco-bio ben formulati!

I cosmetici eco-bio sono più efficaci rispetti ai cosmetici tradizionali?

Non è detto. I cosmetici BEN FORMULATI sono più efficaci rispetto a quelli formulati male! Esistono creme viso eco-bio per pelli grasse ricche di olio di mandorle e altri grassi che appena applicate riempiono la pelle di antiestetici brufoletti, così come esistono tragiche creme viso tradizionali piene di siliconi che creano un bellissimo mascherone liscio e lasciano inesorabilmente invecchiare la pelle sotto!
Sicuramente un cosmetico che nasce con l'intento di apportare alla pelle le sostanze di cui ha bisogno o rimuovendo ciò che le impedisce di essere splendente avrà un effetto a lungo termine nettamente migliore rispetto ad un cosmetico che nasconde le imperfezioni sotto ad una maschera di cera ignorandone le cause!

Per concludere non ci resta che ricordarvi l'importanza di leggere sempre con attenzione l'INCI (l'elenco degli ingredienti) dei cosmetici che acquistate e di imparare ad ascoltare la vostra pelle ed i vostri capelli!
Spesso l'inestetismo che volete curare è causato dagli stessi prodotti che usate per curarlo!
Scegliere i cosmetici eco-biologici vuole anche dire mettersi alla ricerca delle cause degli inestetismi non per nasconderli, ma per "risolverli"!

Per chi volesse maggiori info sulle varie certificazioni, nel nostro sito abbiamo creato un piccolo glossario utile per la scelta dei cosmetici. lo trovate QUI

Fateci sapere se questo post vi è stato utile!
Nicola